Voxxed Days Mobile: The 10 Golden Rules of Mobile UX

Voxxed Days Ticino - E.Ciardi

Voxxed Days Ticino - E.Ciardi

4 – Design for small screens

Questo punto è stato essenziale e ben illustrato da Emilia al Voxxed Days in Ticino anche per le immagini che riporto.

Il modo d’uso dello smathphone e dell’applicazione è determinante per la UX. Analizzare quando l’applicazione verrà usata, ad esempio nelle ore serali (sul divano in relaxing) o durante la giornata (di solito one hand) serve a capire come il device sarà tenuto. Questo determinerà la posizione degli oggetti visivi e/o utilizzabili anche secondo l’orientamento, se possibile usare l’app landscape o portrait.

Mobile UsageIl modo “Cradled” holding (in culla, con le due mani che reggono il device e una che usa il pollice) o il metodo a due mani con la sinistra che tiene il device e la destra che usa l’indice per il touch, sono i metodi più in crescita. Il motivo è semplicemente l’aumento delle dimensioni dei display in generale e l’arrivo sul mercato dei “phablet”. Il metodo “One Hand”, il più diffuso intorno al 2013, risulta inadeguato a gestire lo schermo di questi dispositivi più grandi. I tablet vengono usati in modo diverso.

Conoscere come il device mobile è usato, permette di determinare le zone raggiunte facilmente dalle dita e quindi dove posizionare gli oggetti per migliorare la UX.

Thumb zone by usageEmilia, nelle sue slide al Voxxed Days in Ticino, ha mostrato alcune immagini esplicative sull’argomento. In queste che ho scelto, le zone verdi rappresentano le parti del display facilmente raggiungibili (natural) dove mettere le cose più importanti da usare e mostrare. In giallo invece le zone raggiungibili ma scomode per un uso frequente (stretch) dove mettere oggetti visibili ma meno attivi. In rosso le zone praticamente irraggiungibili, non indicate per oggetti molto attivi ma a utilissime ad esempio per le parti informative o le funzioni avanzate di raro uso.

Thumb zone EvolutionOnline ci sono molte risorse utili per approfondire ma vale la pena citare: un articolo tuttora di riferimento di Steven Hoober: How Do Users Really Hold Mobile Devices? sulle statistiche d’uso nel 2013; una utile ricerche sulla evoluzione della thunb zone di Scott Hurff rispetto alle dimensioni del display degli iPhone (ma valide per tutti i device di oggi).

 5 – Leverage standard patterns

Material DesignL’uso di pattern standard, e del material design che google ha usato per android e le app, aiuta l’intuitività d’uso e la “coolness”. L’assunto è che la bellezza grafica rende gradevole l’uso di una app.

La guida di google in proposito è illuminante per chi voglia approfondire come usare al meglio questi patterns. Per comprendere meglio, Emilia ci ha fatto notare come questi pattern siano sempre di più usati anche in applicazioni su IOS di Apple.

Share Us

PinIt

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.